La scheda tecnica rappresenta la carta di identità di un prodotto. In alcuni settori è uno strumento chiave per le attività, in altri invece non è ritenuta necessaria.

Con questo articolo vorremmo spiegarne la composizione e perché potrebbe aiutare il business di moltissime tipologie di aziende.

Struttura di una scheda tecnica

Una scheda tipo ha una composizione di minimo 3 parti fondamentali:

  • Dati della società
  • Caratteristiche del prodotto
  • Modalità d’uso

A seguire ci sono eventuali capitoli su precauzioni, rischi ed enti da contattare (ad esempio, nel caso di fornitori di sostanze chimiche)

Le schede tecniche rappresentano un documento preciso e completo di tutte le peculiarità di un articolo ma non devono essere confuse con le schede di lavorazione, che indicano i procedimenti di utilizzo e i pezzi necessari. In ambito moda, ad esempio, le schede di lavorazione, specificano le misure, le componenti e i metodi di assemblaggio di un capo o un accessorio.

Perché implementare le schede tecniche nel proprio business

Riportiamo di seguito alcuni dei vantaggi che secondo noi, dal team Humane Hide, si possono riscontrare:

  • Organizzazione per prodotto della propria attività
  • Organizzazione della produzione in modo scorrevole
  • Velocità di consultazione delle caratteristiche di ogni prodotto
  • Visione immediata del prodotto e/o componente mancante a magazzino
  • Schematizzazione delle collezioni (stagionali per tutti i settori che le seguono)

Ci sono dei settori che hanno standardizzato la modalità di una scheda tecnica, soprattutto quelli in cui è imposta da una norma di legge (si pensi ai prodotti chimici o farmacologici), mentre ci sono altri dove  l’adozione è volontaria e assume una forma personalizzata proposta dall’azienda.

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: