Il termine ecopelle è oggetto di dibattiti da lunghi anni, la lotta si sostanzia nella difesa, da parte del settore conciario in particolare, del termine “pelle” e simili per identificare solo ed esclusivamente prodotti derivanti da materia di origine animale. Nel nostro blog, abbiamo parlato spesso del tema e fatto chiarezza anche sull’utilizzo del termine eco.

Per il mondo del fashion sarà un bel chiarimento e per il mondo conciario un grande riconoscimento.

Puntare sulla consapevolezza dei consumatori aggiusta anche il modo di concorrere delle imprese, azzardiamo a dire, seguendo anche il testo del decreto legge, in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale: “L’obiettivo è quello di avere una chiara e univoca indicazione dei materiali utilizzati e di eliminare potenziali ostacoli al buon funzionamento del mercato”, riportato dall’articolo di Fashion Network, lo scorso 29 maggio.

Adesso tocca alle aziende del settore ad amplificare le campagne di comunicazione affinché questo messaggio si espandi e vi sia una diffusione della conoscenza dei materiali, delle loro composizioni e, di conseguenza, un rialzo delle quote di mercato di questa industria, attore fondamentale del Made in Italy.

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: