Il governo della Regione amministrativa speciale cinese di Hong Kong ha annunciato nuove misure pari a circa 4 miliardi di dollari locali (circa 510 milioni di dollari USA) per far fronte alle difficoltà economiche vissute dalla città.

Il ministro delle Finanze, Paul Chan, ha annunciato in una conferenza stampa una serie di aiuti ai cittadini, tra i quali la riduzione delle tariffe per i servizi idrici e fognari, nuovi sussidi per sostenere i consumi energetici e la possibilità di pagare a rate vari tipi di tasse.

Le misure decise dal governo di Hong Kong si inseriscono nel quadro degli sforzi delle autorità regionali per aiutare le imprese e i residenti a ovviare all’impatto della recessione economica, causata principalmente dai prolungati disordini sociali in corso da mesi in città. Oltre 20 miliardi di dollari di Hong Kong (2,55 miliardi di dollari statunitensi) sono stati stanziati nelle precedenti tre serie di misure di sostegno all’economia adottate a partire da agosto dal governo locale.

Secondo Chan, i disordini e le violenze avvenute a Hong Kong hanno inferto un duro colpo all’economia locale, deprimendo i consumi e gli investimenti privati e indebolendo la fiducia degli investitori globali. Il ministro delle Finanze del governo regionale ha avvertito che il perdurare della violenza danneggerà un numero sempre maggiore di residenti. Chan ha chiesto sforzi concertati da tutti i segmenti della comunità per fermare gli scontri e ristabilire l’ordine, in modo che i residenti possano vivere di nuovo una vita pacifica e le imprese possano tornare a operare normalmente.

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: