I ragazzi fra i 16 e i 20 anni di età hanno una visione distorta della loro bellezza. Vorrebbero una pelle priva di imperfezioni e credono che i selfie mostrati sui social dai loro beniamini “Influencer” rispecchino la realtà .

Che sia Chiara Ferragni o gli amatissimi Youtubers e i cantanti ballerini in cima alle classifiche di Musical.ly o le fotografie e i video pubblicati su Instagram , tutto è spesso filtrato da app e photoshop che fanno tutto più glamour e finto .

Gli adolescenti però sono sempre meno soddisfatti del proprio aspetto “normale” e della loro pelle senza filtri che vorrebbero non solo senza brufoli nè punti neri o segni tipici dell’età , ma anche liscia e luminosa .

Se una volta erano le riviste patinate a mostrare modelle e volti corretti col photoshop e che ci facevano sentire tutti un pò più brutti , ora il fenomeno è endemico e potenziato dagli influencer , seguiti alla lettera in quanto a look e stile dai nati tra il 1998 e il 2002 .

“Siamo di fronte ad un cambiamento notevole che vale in via generale per tutti i giovani che hanno un accesso quotidiano ad internet ” , precisano gli analisti di Mintel . “Si tratta di un nuovo profilo generazionale e non culturale e si estende a tutti i giovani a prescindere dal Paese” .

Nell’indagine risulta che l’88% degli adolescenti italiani ha comprato prodotti beauty nell’ultimo anno . Quali? Il 67% sceglie creme per lo skincare e prodotti per il trucco divertenti tanto che sono nati i primi prodotti di bellezza per ragazzini , cosmetici “toys” in grado di cambiare colore mentre si spalmano o che vanno usati in abbinamento con playlist musicale create ad hoc dai marchi beauty che fanno già fiutato il nuovo business . In aumento anche maschere di bellezza da mescolare a casa con succhi di frutta e creme Fai-da-te per divertire le ragazzine .