E’ nell’aria già da qualche giorno e anche se ancora non c’è ufficialità, sembra davvero vicina al closing l’operazione con la quale i francesi di Epi – società leader nello Champagne e che fa capo alla famiglia Descours e già proprietari del brand più famoso del Brunello di Montalcino “Biondi Santi” – stanno per rilevare altri 6 ettari di vigneti in area di pregio (la microzona si chiama San Polo) vicino alla storica tenuta di Biondi-Santi , il Greppo .

A darne notizia è il sito specializzato Winenews , tra l’altro montalcinese, e da anni tra i più informati su tutto quanto accade nel mondo del Brunello.Il venditore dovrebbe essere il magnate argentino Alejandro Bulgheroni che nonostante la cessione resterebbe tra i principali proprietari di Montalcino visto che detiene ancora 35 ettari di vigneto (27 nella tenuta Poggio Landi e altri 8 a Podere Brizio) . Il petroliere comunque , non saluta di certo la Toscana, visto che negli scorsi anni ha investito tra queste colline oltre 120 milioni di euro rilevando (tra Chianti Classico, Bolgheri e Montalcino) circa 330 ettari di vigneto .

I Francesi di Epi,dal canto loro, nel 2016 avevano rilevato l’etichetta Biondi Santi, non una qualsiasi ma la cantina nella quale alla fine dell’800 fu “inventato” il Brunello grazie all’intuizione di Ferruccio Biondi Santi . Il nuovo investimento dovrebbe così rafforzare ulteriormente il brand icona di Montalcino e la tenuta Il Greppo (che già detiene 25 ettari di vigneto) oggi guidata dall’AD Giampiero Bertolini e che con la nuova acquisizione potrebbe potenzialmente vedere la propria produzione annuale passare dalle 80mila alle 110mila bottiglie nel solco della qualità e della tipicità.