Prosegue la conquista del mercato italiano da parte del gruppo americano specialista delle calzature, Skechers, che per il nostro paese ha progetti e obiettivi ambiziosi.

“Oggi siamo presenti in Italia con 18 store in franchising, di cui uno su strada , a Roma , e gli altri all’interno di centri commerciali , aperti tutti con lo stesso partner, e con 11 negozi di proprietà all’interno di centri outlet, per i quali prevediamo un ulteriore espansione” , ci ha raccontato Esposito. “Ma la grande notizia di quest’anno è l’apertura ,entro Dicembre, del nostro primo flagship italiano , che sarà anche uno dei più grandi d’Europa: 500 mq su due piani in via del Corso a Roma , che ospiteranno il mondo Skechers nel suo complesso “.

Tra i progetti della società per i prossimi anni , il rafforzamento della parte apparel , lasciando le calzature come core business. L’interesse della società americana per il mondo dell’abbigliamento è dimostrato anche dal progetto di co-branding realizzato da Skechers con Ricostru, il marchio indipendente della stilista italo-cinese Rico Manchit Au , rivelato sabato 21 settembre in occasione della fashion week milanese .

Nel frattempo , Skechers intende continuare a focalizzarsi sul proprio target consolidato di clientela , quella tra i 25 e i 54 anni , ma sta lavorando per dialogare sempre più anche con i consumatori più giovani, con proposte che reinterpretano in chiave moderna l’heritage del brand . Il brand ha chiuso il 2018 con un fatturato di 4,64 miliardi di dollari (4,10 miliardi di Euro) , in aumento del 11,5% registrando vendite record per 1.259 miliardi di dollari (1.118 miliardi di euro) , in crescita del 10,9%.