Dopo tre anni alla guida del marchio Il Bisonte, Sofia Ciucchi si appresta a lasciare il proprio incarico. E’ la stessa manager italiana ad annunciarlo alla stampa. Il marchio fiorentino di pelletteria ha confermato a FashionNetwork.com la sua partenza, prevista per la metà di settembre, precisando che il suo successore non è ancora stato scelto. L’azienda toscana è stata acquisita , lo scorso giugno, da Look Holdings, il suo storico distributore in Giappone.

Sofia Ciucchi era arrivata alla direzione del marchio, lanciato nel 1970 da Wanny di Filippo e che da Giugno 2015 era di proprietà dal fondo d’investimento britannico Palamon Capital Partners, per guidarne il rilancio . Oggi la manager considera la sua missione compiuta , sostenendo di avere “concluso un bellissimo percorso” , come ha confidato recentemente. Sotto la sua egida , il fatturato dell’azienda di pelletteria è raddoppiato, passando da 21 milioni di euro nel 2016 ai 41 milioni attesi per il 2019 .

Laureata alla Bocconi di Milano, la Ciucchi ha iniziato la propria carriera n grandi gruppi come Bosch e BTicino prima di approdare in Salvatore Ferragamo, dove ha ricoperto vari incarichi fino alla carica di vicedirettore generale nel 2012 . Dopo più di 20 anni all’interno della firma fiorentina del lusso ha lasciato l’incarico nel 2016 per lanciarsi in questa nuova avventura professionale .

Look Holdings , distributore e licenziatario del marchio fiorentino in Giappone dagli anni ’90 , gestisce 42 Boutique Il Bisonte in quella nazione , e ha acquisito la società Bisonte Italia Holding Srl, detentrice del marchio , per la cifra di 10,9 miliardi di yen (89 Milioni di euro) . In questi ultimi anni, il Bisonte ha rinnovato la propria immagine e si è sviluppato soprattutto negli Stati Uniti , in Europa , in Medio Oriente ed in Asia .