Era il 1973 e un certo Sidney Swartz, dal suo ufficio nel New Hampshire, pensò agli scarponcini come ad un modello di calzatura da lavoro: suola scanalata in gomma, tomaia in pelle nabuck impermeabilizzata, plantare in pelle e collo imbottito, sembravano buone per boscaioli. Ma quello che Swartz non immaginava è che le Yellow Boot sarebbero piaciute ad un pubblico più ampio dei lavoratori del legno e che , finite sugli scaffali di department store come Saks Fifth Avenue e Bloomingdale’s, sarebbero diventate un fenomeno globale. Da Notorious BIG a Gigi Hadid passando per Jay-z , non si contano le star fotografate in pubblico con le Yellow Boot. Una storia che non ha intenzione di finire , ben al di là delle ciclicità dei trend