Ieri a Bruxelles, tra oltre 200 progetti presentati, quello del restauro della conceria di Pompei è stato premiato come esempio di Mecenatismo culturale e artistico , come collaborazione tra il mondo del business e quello dell’arte a livello internazionale. A scegliere il progetto Pompei e a premiare il direttore Unic Fulvia Bacchi , è stata una giuria di esperti composta da Eike Schmidt (Direttore della Galleria degli Uffizi) , Bartolomeo Pietromarchi (Direttore MAXXI Arte) , Stefano Pizzi (Responsabile Relazioni esterne di Brera Academy of Fine Arts) , Gabriel ZuchTriegel (Direttore parco archeologico di Paestum) , Gianluca Comin (membro del Cda della Biennale di Venezia), Luca Desiata (Docente di Corporate Art presso LUISS Business School), Carlo Capoccioni (Resp.Public Affairs and cultural relations di ABI) , Luca Pirolo (Direttore del creative business center di LUISS business school) , Carolina Botti (Direttore Ales), Renzo Iorio (Presidente del gruppo tecnico cultura e sviluppo di confindustria) . Un riconoscimento importante e significativo per un progetto di restauro e per un impegno culturale che continua e , da alcuni mesi, è entrato nella seconda fase operativa .